domenica 18 marzo 2018

Scarcella di Pasqua pugliese

Altra ricetta pugliese, realizzata da  mia zia Franca. Ho già pubblicato i suoi Scaiozzi e la focaccia di cipolle, ora passiamo a un dolce regionale e tipico del periodo pasquale, la Scarcella. 
E' un dolce di per sé molto semplice da realizzare, le decorazioni possono essere di vario genere, così come le forme da dare alla scarcella, mia zia si è mantenuta sulle forme classiche della Pasqua e ha usato solo alcuni canditi per le decorazioni, come si faceva una volta. Voi potete naturlamente usare la fantasia e "addobbare" la "scarcedda" con glasse di zucchero, codette colorate e quant'altro, ma mantenetela il più possibile semplice.
Ingredienti:

500 g farina 00
500 g farina di grano duro
300 g zucchero
1/4 litri di olio di oliva
6 uova intere
la buccia grattugiata di 2 limoni biologici
1 pizzico di sale
1 bustina di ammoniaca per dolci sciolta in tazzina di latte tiepido
Uova sode quanto basta


1. In una ampia ciotola metto l'olio e la farina, lavorandola fino a che non avrà una consistenza di sabbia bagnata (sabbiatura).



2. Aggiungo tutti gli altri ingredienti, uno alla volta, e impasto con un cucchiaio di legno fino ad avere un composto liscio e omogeneo. Lascio in frigo, coperto di pellicola, per una mezz'ora circa.
A questo punto divido l'impasto in 4 parti e comincio a stendere su un piano infarinato la pasta, alta circa mezzo centimetro. Con un coltellino creo le forme della scarcella, una campana, un cestino.



 3. Al centro della scarcella poggio uno o due uova sode, e poi con delle striscioline di pasta creo degli intrecci sopra le uova, "ancorandole" alla base. Decoro con canditi.
4. Lascio cuocere in forno già caldo a 180°C per 20 minuti circa, finché non saranno leggermente dorate. Lascio freddare. Una volta fredde si può decorare anche con glassa di zucchero, bianca o colorata.

1 commento: