mercoledì 11 marzo 2015

Spaghettoni con seppie, fiori di zucca, zucchine e patè di olive. Aspettando #GardaChefParty

Non mi capita molto spesso di postare ricette salata, ahimè, e tanto meno ricette a base di pesce, ingrediente che ammetto di non saper assolutamente cucinare.
Ma! Ma stavolta ci provo, anche perchè ho tra le mani degli ingredienti eccezionali, ricevuti in questi giorni come anteprima di un evento a cui non vedo l'ora di partecipare: #GARDACHEFPARTY!
Si tratta di un week end a Riva del Garda, presso l'Hotel Kristal Palace, dal 20 al 22 marzo. Chef stellati, chef emergenti, blogger, influencer, tutti appassionati gourmand, insieme a produttori locali, per una due giorni a suon di ricette, assaggi, approfondimenti e chiacchere sul mondo food e travel! Non scrivo per farvi invidia credetemi, scrivo per coinvolgervi e spero seguirete tutti noi in questa bellissima iniziativa.

Comincio a introdurvi il Garda Chef Party partendo con una ricetta in cui ho unito alcuni dei prodotti inviatimi per l'occasione.
Spaghettoni Monograno Felicetti, Olio extravergine di oliva dop Garda Trentino e Patè di olive con olio evo Garda Trentino Dop Uliva entrambi del Frantoio di Riva
Istintivamente io, molto semplicemente, avrei cotto gli spaghettoni e li avrei conditi semplicemente a crudo con l'olio straordinario e il patè di olive. Ma sarebbe stato, sicuramente delizioso, ma un po' banale.
Quindi ho fatto mezz'ora di fila alla pescheria della Coop di Siena per comprarmi qualche seppiolina, imbrattarmi del suo inchiostro, ma ottenere un risultato tanto amabile quando semplice.

Ingredienti per 2 persone

140 g di Spaghettoni Monograno Felicetti
2 cucchiai di Patè di olive Uliva Frantoio di Riva
2 cucchiai di olio evo Garda Dop Frantoio di Riva
4 seppie di media grandezza
mezzo spicchio d'aglio
una ventina di fiori di zucca
4 zucchine piccole
1 tazzina di vino bianco secco
olio evo, sale e pepe qb

Procedimento
1. Scaldo in una padella ampia due cucchiai d'olio evo con il mezzo spicchio d'aglio. Quando l'aglio sarà dorato lo tolgo dalla padella e unisco le seppioline ben pulite e tagliate a pezzetti (la grandezza a piacere, considerate che saranno abbinate a pasta lunga) e le zucchine a rondelle fini.

2. Faccio saltare a fuoco vivace per un paio di minuti, sfumo col vino, aggiusto di sale e quando il vino sara evaporato, abbasso il fuoco e lascio cuocere, coperto, una decina di minuti. A questo punto aggiungo anche i fiori di zucca lavati e mondati del picciolo e tagliati a striscioline. Lascio cuocere ancora pochi minuti. Spengo il fuoc quando tutti gli ingredienti saranno teneri ma sarà ancora presente un po' di sughino nella padella. Aggiusto di sale e pepe.

3. Faccio cuocere gli spaghettoni in acqua non molto salata, visto che poi ci sarà il patè di olive a dare una bella sapidità e una puntina di amaro che ben contrasterà il dolce delle zucchine e dei fiori. Scolo la pasta al dente e la faccio saltare in padella con il resto degli ingredienti, usando un goccino di acqua di cottura degli spaghetti per mantecare. Da ultimo aggiungo il patè di olive. Potete scegliere se metterlo nella padella e amalgamarlo al resto o direttamente nel piatto prima di servire insieme a un filo d'olio Garda Trentino DOP. 
Un calice di Sauvignon Blanc per coronare il tutto.

A presto con il live dell'evento sui miei social: facebook Meno Male Son Golosa e Instagram - elena policella.




1 commento: