martedì 6 gennaio 2015

SHORTBREAD: pasticcini al burro scozzesi

Il burro. Quanto io ami il burro è veramente difficile da quantificare, e questi biscottini classici della tradizione scozzese, ne sono la quintessenza. Gli ingredienti sono infatti solo tre, burro, tanto, farina e zucchero. Ecco perchè,se è vero che bisogna sempre usare materie prime di ottima qualità, a maggior ragione in questo caso, è di fondamentale importanza usare dell'ottimo burro. 
L'ispirazione per preparare questi biscottini mi è venuta in occasione di una "english breakfast" organizzata a casa di cari amici. Come sempre io porto i dolci, e pensando all'area anglosassone mi sono subito venuti in mente i deliziosi Shortbread. Sempre per la stessa occasione ho realizzato anche il Lemon Loaf (trovate QUI la ricetta), una specie di plumcake (anche se chiamarlo plumcake è riduttivo) al limone e vaniglia, ricco, profumato e molto aromatico.

Ecco quindi la videoricetta e di seguito il procedimento scritto, passo passo. 






Ingredienti

250 g di farina
100 g di frumina (meglio farina di riso)
250 g di burro a temperatura ambiente, molto morbido
125 g di zucchero a velo
Vaniglia a piacere
Un generoso pizzico di sale





1. Comincio a lavorare il burro, che dovrà essere molto morbido, in una ciotola capiente, prima con le fruste poi con una spatola fino a farne una bella crema. Aggiungo lo zucchero a velo, la vaniglia e un pizzico di sale abbondante.


2. Lavoro bene il tutto poi setaccio nel composto le farine e continuo a lavorare finchè non ottengo un composto omogeneo e compatto. Lo trasferisco sul piano da lavoro per renderlo ancora più compatto, poi lo stendo con le mani su della pellicola trasparente e lo lascio in frigo per almeno un’ora. 

3. Trasferisco il composto sul piano da lavoro, lo lascio riposare una decina di minuti poi comincio a stenderlo col mattarello cercando di tenerlo insieme. Eventuali crepe sono normali, ricompattatele con le mani. Non stendo l’impasto troppo finemente perché voglio uno shortbread con un bello spessore e questi dolcetti non lievitano.
4. Porto l’impasto sulla teglia del forno coperta di carta forno e con un coltello disegno la forma degli shorbread, ovvero dei rettangoli tutti (più o meno) uguali. Con una forchetta pratico i classici forellini sulla sperficie e cuocio in forno già caldo a 170° C per xxxxx minuti o finchè i biscottini non risultino appena dorati. 
5. Sforno e con un coltello affilato taglio gli shortbread seguendo le linee praticate in precedenza, e spolverizzo con un po’ di zucchero. Lascio freddare completamente prima di servire (ovviamente con una bella tazza di tè.)

7 commenti:

  1. Ciao! Arrivo da te perché ho visto che anche tu fai parte di AIFB. Mi sono unita ai tuoi lettori e mi piacerebbe tanto che tu facessi altrettanto. Grazie...Claudia.
    http://www.lacucinadistagione.blogspot.it/

    RispondiElimina