lunedì 17 giugno 2013

Torta marmorizzata cioccolato e pere

Ancora il caldo è sopportabile e quindi io non mi tiro indietro nell’accendere il forno!
Quelle tre pere mi guardavano ormai da qualche giorno dal cesto della frutta, chiedendomi “Eh beh? E quindi? Che ne sarà di noi?”
Stamattina ho dato loro la risposta che volevano: finirete in una torta e tante persone leggeranno di voi! Meglio che venir semplicemente sbucciate, mangiate e rimanere nell’anonimato. 
Torta semplicissima, come sempre, potete sostituire alle pere altri tipi di frutta, come le mele, e usare al posto della Lattella, il latticello, del latte o dello yogurt.

Ingredienti:
180 g di farina per torte (oppure 90 g di farna 00 e 90 di frumina)
80 g di fecola di patate
3 pere
Una bustina di lievito vanigliato
Mezza fialetta di aroma rum
I semi di mezza bacca di vaniglia
100 g di burro fuso
100 g di gocce di cioccolato
Un cucchiaino colmo di cacao amaro
125 g di zucchero di canna
2 uova
1 bicchiere di latte o di yogurt (io ho usato in realtà Lattella)


Procedimento

  1. Montate le uova con lo zucchero e un pizzico di sale. Ottenuta una crema spumosa e soffice aggiungete l’aroma rum e i semi di vaniglia.
  2. In una ciotola unite le farine e il lievito. Setacciatene la metà nel composto di uova e amalgamate bene. Unite anche metà del liquido. Incorporate il resto della farina e il resto del liquido. Unite anche il burro fuso.
  3. Mettete in una ciotolina a parte qualche cucchiaiata di impasto e aggiungetevi il cacao e una manciata di gocce di cioccolato mescolando bene. 
  4.   Aggiungete al composto le pere sbucciate e tagliate a pezzettoni. Finite con le gocce di cioccolato. 
  5. Ungete e infarinate un teglia da 24 cm di diametro e versate metà del composto bianco. Poi a cucchiate e spargendolo in vari punti, anche il composto nero. Finite il bianco e se avete ancora del composto nero “macchiate” la superficie con quello.
    6. Infornate a 180 °C per mezz’ora circa o finché uno stuzzicadenti infilato nel centro della torta non esca pulito e asciutto.
     
          

3 commenti: