lunedì 16 maggio 2011

VALLè e le food blogger più YEAH del web


C’è torta per te.
In che senso?
Nel senso che ricevo una mail da Vallè la quale mi invita a partecipare a un incontro tra food blogger a Milano il 6 maggio.
Eh???? IO?????
Sì, io.
Allora parto! Il trolley pieno di trucchi e via.
Vallè ci vizia, e il viaggio comincia con un frecciarossaprimaclassegiornalecaffèebiscottini. Arrivo in un lampo a Milano, trovo la metro e una signora gentilissima che mi accompagna dalla stazione quasi fin sotto all’albergo.
I vizi continuano: Maison Moschino. Caspita, questo è lusso e bellezza allo stato puro.
Incontro le altre food blogger e la carinissima Veronica di Vallè. Le ragazze sono deliziose e si fanno avanti con me, vengono a presentarsi. Questo mi fa estremamente piacere, considerando la mia natura tendenzialmente schiva e “timidesca”. Sono subito a mio agio, si percepisce immediatamente un’atmosfera speciale, un’allegria fuori dal comune, un’intesa dolce!
Ora si fa sul serio: saliamo tutte sul pullman diretto a Teatro7 e comincia il chiacchiericcio, cominciano a volare le parole, i pensieri, i sorrisi che ci porteremo dietro fino a sera inoltrata.
Il teatro7 è una meraviglia. Lo chef Gualtiero ? ci prepara un pranzetto coi fiocchi, non mancano dolcetti e caffè.
E i vizi continuano. Indossiamo la divisa ufficiale da pasticcere Vallè, che dona a tutte, e cominciamo letteralmente a mettere le mani in pasta! Sforniamo torte e tortine una più bella dell’altra, cuciniamo insieme, impastiamo, mescoliamo, pesa la farina, sbuccia le carote, affetta le pesche (assaggio i lamponi, le fragole, le mandorle, il cioccolato), imburra la teglia, inforna e via!
E le foto! Tante immagini scattate a ricordare il momento, per cogliere i visi, le espressioni, le emozioni. Rispetto al mio solito io scatto poco. Ero troppo presa dal tutto, dal parlare con le ragazze, da guardare tutto e tutti.
Prima di assaggiare i nostri dolci che lievitano in forno, una alla volta raccontiamo alle altre un pezzetto di noi. Cosa succede? Succedono lacrime di commozione, di gioia, di nostalgia, succedono sorrisi, risate, succede grande attenzione alle parole che escono a volte tremanti dalla bocca di noi tutte. Succede che mi merito d’essere ribattezzata Cappuccetto Rosso, per aver raccontato della nonna che dopo l’asilo mi portava nei boschi a cercare le fragole e i funghi. E mi piace, mi piace tanto.
Il momento in cui ci sbaffiamo le torte lo salto, mi sembra crudele nei confronti di chi legge J
Cotte le torte e cotte noi. Si torna alla maison Moschino (no, non posso chiamarlo semplicemente albergo, è una maison!), ci mettiamo in ghingheri e comincia la cena.
La cena dunque. Tutta a base di pesce. Se c’è una cosa che io, da sempre, non mangio, è il pesce.
Ebbene, non ho lasciato nel piatto nemmeno un baffo di sugo. Ho mangiato tutto. I piatti erano particolari, niente che io avessi visto fino a quel momento. Cominciamo con della crema di arachidi da gustare sulla punta delle dita, bevendo un mojito alla lavando
E poi ricciole, bolle di anice stellato, alghe, croccante, gelato alla viola ispirato a uno dei miei profumi preferiti (Funny, di Moschino)….
“Il vino bianco è fresco e va giù bene (come questo cielo grande su di noi)”, gira un po’ la testa, si ride, si scherza, si mangia, aspettando ogni piatto con grande curiosità e brama di scoprire di cosa sa, come è fatto, che sensazioni ci regalerà.
Bello, bello, bello.
Anche lo chef, Francesco Busi, non è male e infatti appena appare in sala per salutarci viene letteralmente sommerso dai complimenti, da baci e abbracci delle belle blogger. Ho come l’impressione che gli abbia fatto piacere ;)
A nanna. Torno nella mia stanza, ad aspettarmi ci sono, non ci crederete mai, dei bei coniglietti!!! Dei cilindri anche e dei mobili tagliati a metà! Esatto, mezza sedia, mezzo divano, mezza lampada. E specchi, che duplicano e rendono il mezzo, intero.
Dormo nel mio lettone come un angioletto, anzi come cappuccetto rosso nella sua casina nel bosco, e al mio risveglio la colazione è altrettanto particolare, quanto deliziosa.
Ci salutiamo tutte, ci promettiamo di restare in contatto. Si fa sempre quando si incontrano delle persone con cui si passa, magari casualmente, del tempo insieme. Il più delle volte però succede che quelle promesse (sentiamoci, non perdiamoci di vista) non vengano mantenute. Invece io non faccio in tempo a tornare a casa che già le ritrovo tutte, su facebook, sul blog…. Quando qualcosa comincia in modo speciale, non può che continuare così.
Ecco tutte le donzelle che ho conosciuto grazie a Vallè e che spero di incontrare presto di nuovo:
Anna http://www.annathenice.com/

6 commenti:

  1. Ma che bello anche il tuo Video Elena..e per l'ennesima volta mi sono ritrovata là con tutte voi!!...Che bello che è stato, spero si possa ripetere!!!
    Ciao Morena!

    RispondiElimina
  2. Il mio Cappuccetto rosso borchiato <3
    Grazie, grazie, grazie!|!!!


    Un post meraviglioso, mi hai coomossa, mi hai resa felice, mi hai fatto ricordare momenti bellissimi...
    Non credo che ci dimenticheremo facilmente... in quella cucina è successa una magia... le parole sono entrate nei cuori...e nel cuore, niente si cancella o si dimentica... li rimane per sempre!!!
    Un abbraccio enorme, con il cuore
    da una foodblogger YEAH inside :)))
    Aurelia

    RispondiElimina
  3. and the Oscar goes to... your videoclip!
    Un bacionzolo! *K

    RispondiElimina
  4. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  5. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  6. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina