giovedì 21 aprile 2011

Un prelievo al bancomat per morire e tornare in vita

Firenze, 13 e 30.
Arrivo in stazione come tutti i giorni. Ho fame, in tasca non un cent, devo andare al bancomat. Attraverso la strada col rosso, tanto il tram è fermo, raggiungo il marciapiede di fronte. A quel punto mi accorgo che qualcosa stride. Una piccola folla attorno a una donna sdraiata per terra, a torso nudo, carabinieri, personale medico che corre a destra e a manca. Guardo la donna, apro la bocca, guardo un carabiniere, in faccia ho scritto "cosa devo fare?". Mi dice, "passa, veloce!". Passo veloce, guardo la donna, muove di scatto una gamba, un uomo coi pantaloni arancioni si abbassa su di lei, unisce le mani, comincia a spingere e contare. Uno, due, tre, quattro.
Passo veloce e il cuore batte forte.
Il mio...
Faccio 50 metri, raggiungo il bancomat. Codice pin, 20 euro, metto il portafoglio in tasca e torno indietro. Dove prima c'era la folla ora ci sono alcune persone che tengono un telo bianco sollevato così da creare un separè, un angolo più o meno riparato dal traffico dalla gente dalla polvere dalla strada dai sacchetti del mc donalds buttati per terra dalle persone che ti fermano per chiederti se hai qualcosa contro gli ex tossicodipendeti.
Passo veloce. Ma guardo di nuovo lì; strappo alcune parole dal frastuono del traffico: "c'è". Passo, guardo il carabiniere di prima e glielo chiedo: "Ce l'ha fatta?". Sorride appena e abbassa la testa su e giù un paio di volte.
Riattraverso la strada col rosso, il tram è sempre fermo, mi cascano giù alcune lacrime, mi compro un panino, salgo sul bus e mi cerco un posto a sedere.

4 commenti:

  1. ^^ meno male che cè l ha fatta
    e mi piace come ti sei comportata a non stare ferma li come fanno un sacco di fessi quando succede qualcosa, hai semplicemente chiesto se era viva ^^
    brava Elena :3

    RispondiElimina
  2. Che esperienza....meno male che ce l ha fatta!!!!

    RispondiElimina
  3. A me purtroppo è capitato di esser presente ad un evento simile...purtroppo però ero presente anche nel momento in cui è successo ....e purtroppo non c'è stato il lieto fine quella volta...Son contenta che in questo caso sia andato tutto bene.
    G.

    RispondiElimina
  4. Per il lavoro che facevo momenti simili ne ho vissuti diversi mai tutti uguali ma così simili nel lasciarti sgomento. E' capitato anche di vedermi sfuggire la vita tra le mani esperienza che a distanza di tanti anni ancora ricordo come fosse ieri. Dicevano: tanto poi ci fai l'abitudine, non è vero almeno per me, nemmeno dopo 35 anni!!!!!
    ciao Gianco

    RispondiElimina