mercoledì 16 aprile 2014

CORRETTORI A CONFRONTO: CULEUR CARAMEL NR.8 VS MAYBELLINE CANCELLA ETA' LIGHT

Il problema delle occhiaie ce l'ho da sempre. Che io dorma dieci ore per notte (come succede il più delle volte) o cinque, al risveglio loro sono sempre lì, più pronunciate o meno, ma ci sono, evidenti e odiosissime. 
Ho usato a lungo il correttore della Make Up forever, della linea HD, molto coprente e asciutto, ma dopo un paio di anni ho voluto cambiare, più per noia che per insoddisfazione verso il prodotto stesso. 
Attualmente utilizzo due correttori:
il Cancella età della Maybelline il Culeur caramel nr.8, entrambi famosi e chiaccherati.


Il Maybelline ha un colore beige neutro, è molto cremoso ma una volta steso si fissa bene e alla sera se ne ritrovano ancora tracce. Mi va nelle pieghette dell'occhio, ma un correttore che non mi faccia questo scherzo devo ancora trovarlo. Copre abbastanza bene e credo che su occhiaie meno marcate delle mie potrebbe cancellarle completamente.  VOTO 7

Il Culeur caramel nr.8, al tatto più leggero e quasi dalla sensazione siliconica (cosa che chiaramente non è, essendo ECO BIO) è di un colore ALBICOCCA, perfetto quindi per neutralizzare le occhiaie di colore bluastro, cosa che le mie non credo siano. Si stende facilmente e si può stratificare per un effetto più coprente.
Non mi dispiace. Le occhiaie sono attenuate e lo sguardo risulta più riposato, ma anche lui, UFFAAA!!!, mi va nelle pieghette, forse anche di più del Maybelline. A sera ne rimane ben poco, e penso che sarà perfetto nel caso in cui dovessi abbronzarmi un po' questa estate. 
Ottimo per chi ha poche occhiaie, soprattutto tendenti al blu. VOTO 6,5
Ecco il video con l'applicazione!


mercoledì 9 aprile 2014

COTTON CAKE, LA CHEESE CAKE GIAPPONESE

Era tanto che volevo provare questa torta. Ho guardato tutorial, letto ricette, poi  mi sono accorta che bene o male tutti riportavano la stessa, con poche variazioni. Allora ho scelto il blog The Little Teochew- Singapore Home Cooking, in quanto, oltre alla ricetta, riporta anche alcuni consigli pratici per la riuscita della torta. La mia è ancora in forno mentre scrivo, quindi non so se riuscirà per davvero o meno, nel qual caso questa post non verrà mai pubblicato e voi non ne saprete nulla ;)

  
Ho apportato un paio di piccole modifiche inserendo degli aromi all'impasto, totalmente assenti nell'originale, ovvero buccia di arancia grattugiata e vaniglia. Ho preparato poi una macedonia di fragole tagliata molto finemente per accompagnare il dolce.
Nella ricetta originale viene consigliato l'utilizzo di una tortiera da 8 Inch (circa 21 cm), io l'ho usata da 24 e vi assicuro che l'impasto a crudo l'ha riempita quasi fino al bordo.
Inoltre tra gli ingredienti risulta il cremo tartaro che ho sostituito con del semplice lievito per dolci.
Passiamo alla videoricetta e al porcedimento scritto.
Ecco la VIDEORICETTA: http://youtu.be/nwCGm26_RZA

Ingredienti
140 g di zucchero semolato
6 albumi d'uovo
6 tuorli
1/2 cucchiaino di lievito per dolci (o cremo tartaro)
50 g di burro
250 g di formaggio fresco spalmabile (philadelphia)
100 ml di latte fresco
60 g di farina per dolci
20 g di amido di mais
2 bustine di vanillina
la buccia grattugiata di un piccolo arancio (o limone a piacere)

Fragole, zucchero e succo di arancio per preparare una macedonia


Procedimento

1. Preriscaldate il forno a 160°C. Nel frattempo fate sciogliere a bagno maria il formaggio con il burro e il latte. Filtrate il composto una volta sciolto così da eliminare eventuali grumi.

2. Quando il composto sarà freddo unite le farine setacciate con lievito e vanillina. Mescolare bene con una frusta a mano, unire anche la buccia di arancio e due tuorli alla volta. Lavorate il composto per eliminare i grumi ma senza montarlo.

3. Cominciate a montare gli albumi a velocità alta. Quando saranno schiumosi, sempre montando unite a pioggia e gradualmente lo zucchero. Lavorate gli ultimi minuti a velocità bassa per stabilizzare la montata. 

4. Unite gli albumi al resto del composto amalgamando dal basso verso l'alto.

5. Fodarate di carta forno la teglia, sia la base che i bordi, lasciando che la carta fuoriesca abbondantemente dai bordi. Versate il composto nella teglia e poggiate sopra un foglio di alluminio che, grazie al bordo alto formato dalla carta forno, non poggerà direttamente sulla teglia. 

6. Riempite di acqua 4 piccoli contenitori (io ho usato quelli di alluminio) e poneteli sulla base del forno ai 4 angoli. Così la torta cuocerà a vopore (come si usa fare anche con le classiche cheese cake). Infornate la torta e lasciate cuocere 1 ora e 10 circa. Gli ultimi 5 minuti levate il foglio di alluminio così da permettere alla torta di dorarsi in superficie.
Una volta spento il forno, lasciate  uno spiragio aperto utilizzando un cucchiaio di legno e lasciate la torta in forno per un'altra mezz'ora/un'ora, per non rischiare che, tolta subito dal forno, subisca uno shock termico e collassi.

7. Servite con la macedonia di frutta che avrà riposato in frigo qualche ora e sarà ricca di succo e un po' di panna montata.

sabato 29 marzo 2014

CC Cream SO’Bio étic al Latte d'Asina

Era da tanto tempo che volevo provare un prodotto in crema bio come base trucco.
Di SO’Bio étic sono note le BB CREAM e il fondotinta, questo che recensisco qui è un prodotto uscito da poco sul sito Ecco Verde.
Inizialmente avrei voluto provare il fondotinta, di cui ho sentito parlare molto bene soprattutto per coprenza e per l'effetto opacizzante che a me sta molto a cuore. Purtroppo l a colorazione adatta alla mia carnagione (la 03) attualmente è molto difficile da reperire e così, vista la novità e la proprietà opacizzante di questa cc cream ho voluto provarla.


Il prezzo su Ecco verde è di 13.99 euro per 40 ml di prodotto. 
Esiste in una sola colorazione.


Sulla confezione è riportata la dicitura "adatto a tutti i tipi di pelle".
Consistenza: è fluida, la profumazione molto fresca e per me molto gradevole. La applico con le mani dopo il gel d'aloe vera di Aubrey organics, che uso come base ogni mattina. 
Coprenza: è assente, non copre nè rossori nè imperfezioni.
Colorazione: a me non lascia nessun tipo di colore sul viso, si fonde immediatamente con la pelle e scompare.
Effetto: l'effetto è obiettivamente levigante e opacizzante. Sopra la cc crem uso del fondotinta minerale, o il Flat Perfectiono di Neve Make Up o , sempre di neve, il minerale ad alta coprenza. La pelle mi rimane così opacizzata fino a sera, cosa che, utilizzando solo i fondi minerali, non accadeva assolutamente,
Consiglio: consiglio dunque questo prodotto a chi vuole un prodotto fresco e leggero sulla pelle che aiuti a mantenerla opaca per tutto il giorno. Da usare come base per un fondo minerale oppure, se la pelle è bella e senza imperfezioni, da usare da solo per un effetto levigato e sano. 


VOTO 6,5 - Adoro l'effetto opacizzante ma speravo in un pelo di coprenza in più.
Ecco il video con l'applicazione e le impressioni: https://www.youtube.com/user/ohuirp

mercoledì 12 marzo 2014

Cupcakes al cioccolato, lamponi e panna

I cupcakes, si sa, sono tra i miei dolcetti preferiti. Si preparano velocemente, sono monoporzione, ognuno ha il suo, non servono posate, si possono scegliere pirottini colorati tutti diversi e fanno sempre la loro figura. Con il frosting poi ci si può sbizzarrire e arricchire le piccole tortine con creme di tutti i tipi. 
Ultimamente ho "scoperto", e adorato, l'accostamento cioccolato-lamponi e ho deciso, almeno per un po', di non abbandonarlo, ma provare a declinarlo in più di una ricetta. La prima la trovate QUI, BROWNIES CHEESECAKE AI LAMPONI, e la seconda è questa, dei cupcakes al cioccolato con lamponi e panna montata.
Deliziosi, da leccarsi le dita.



Ecco la videoricetta e di seguito il procedimento!



 
Ingredienti
50 g farina
10 g  cacao amaro
70 g zucchero
1 cucchiaino di lievito
1 pizzico di sale
20 g di burro a temperatura ambiente, morbido
60 g latte
1 uovo
estratto di vaniglia
20 g di cioccolato fondente fuso
2 cucchiai di panna montata (io ho usato Spraypan)
marmellata di lamponi, lamponi freschi, panna montata




Unire tutti gli ingredienti secchi e mescolateli brevemente. Mettete il tutto in una ciotola e unite il burro morbido. Lavorate con le fruste fino ad ottenere una consistenza sabbiosa. 
2. In una ciotolina unite uovo, latte e estratto di vaniglia mescolando brevemente. Unite metà dose di questo composto al resto degli ingredienti, lavorate con le fruste unendo via via il resto degli ingredienti liquidi. 
3.Aggiungete anche la cioccolato fusa e da ultimo la panna spray, mescolando delicatamente con un cucchiaio di legno.
4. Dividete l'impasto nei pirottini di carta, riempiendoli per 2/3. Infornate a 170° C per 20- 25 minuti circa.
5. Sfornate, lasciate riposare una decina di minuti e distribuite sui cupcakes un cucchiaino di marmellata di lamponi. Lasciate freddare completamente.
6. Decorate con panna montata, lamponi freschi e decorazioni a piacere. 



martedì 11 febbraio 2014

PASTICCINI AL CIOCCOLATO CON CREMA AL COCCO

Così comincia un'altra piccola avventura, con dei pasticcini fatti con due degli ingredienti che più amo al mondo, la cioccolata e il cocco. 
D'ora in poi troverete le mie videoricette anche sul BIGOTUBO, il canale YouTube del sito Bigodino.it!
Mi piacerebbe riuscire a collaborare con il Bigotubo sia per quel che riguarda la cucina che per la tematica cosmetica ecobio, che, se mi seguite attentamente, saprete mi interessa molto e appassiona! Vediamo come riuscirò a incastrare e organizzare tutto, intanto vi lascio a queste piccole delizie, dei peccatucci che potreste sfoggiare magari per San Valentino, visto che mancano 3 giorni! 
ecco la videoricetta|




Ingredienti 
120 g burro morbido
80 g di zucchero 
1 tuorlo di un uovo piccolo
1 bustina di vanillina o mezza fialetta di aroma vaniglia
120 g di farina
30 g di cacao amaro
30 g di farina di cocco + un paio di cucchiai per la decorazione
30 g di gocce di cioccolato fondente
100 g di cioccolato bianco
1 abbondante pizzico di sale
a piacere crema di nocciole o di pistacchio


1. Montate il burro morbido con lo zucchero fino a farne una crema spumosa. Aggiungete il tuorlo, il sale e la vaniglia e continuate a lavorare.

2. A questo punto setacciate nel composto farina e cacao e continuate a lavorare. Unite il cocco e le gocce di cioccolato usando ora un cucchiaio di legno. 

3. Formate con l'impasto delle palline della grandezza di una noce, poggiatele sulla placca da forno coperta di carta oleata. Appiattite leggermente le palline e praticate al centro una buchetto con il retro di un cucchiaio di legno. Infornate a forno già caldo a 190° C per 10-12 minuti circa.

4. Sfornate e dopo 5 minuti togliete i biscotti dalla teglia, lasciate freddare completamente.

5. Fate fondere a bagno maria il cioccolato bianco. Aggiungete un cucchiaio o due di farina di cocco, a formare un impasto non troppo consistente e secco. Distribuite la crema nei buchetti dei biscotti. Potete usare in alternativa della crema di nocciole o, ancora meglio, di pistacchio.


giovedì 6 febbraio 2014

CHEESE CAKE BROWNIE AI LAMPONI

Eccoci qua, è quasi San Valentino e, cosa per me molto più importante, manca poco al mio compleanno (17 febbraio). 
Questa torta quindi, coreografica, semplice quanto deliziosa, è adattissima per un giorno di festa, che sia quella degli innamorati o la mia!
La ricetta l'ho presa dall'Umming bird bakery cookbook, come sempre l'ho rivisitata e resa mia, ma l'ispirazione è londinese! 
Il libro prevede la realizzazione della torta in una teglia da forno da 33x23x5 cm, io però ne ho usata una tonda da 24 cm di diametro! Scegliete voi, se seguite la ricetta dal libro, il dolce vi verrà più basso e potrete tagliarlo nella forma che preferite (a cuore per esempio), altrimenti sarà bello alto e consistente. Purtroppo non ho fatto in tempo a fotografare la fetta, in quanto appena messo nei piatti e sparito alla velocità della luce, garantisco quindi che è piaciuto moltissimo!

Ecco la videoricetta!




Per una teglia da forno da 33x23x5 cm

200 g di cioccolato fondente fuso a bagno maria
200 g di burro a temperatura ambiente
200 g di zucchero a velo vanigliato
3 uova
110 g di farina

cheese cake
400 g di formaggio fresco tipo philadelphia
125 g di zucchero a velo vanigliato
i semi di mezza bacca di vaniglia
2 uova

panna fresca
lamponi


1. In una ciotola sbattete con le fruste il burro morbido con lo zucchero a velo. Unite un uovo alla volta, con un pizzico di sale; amalgamate bene prima di aggiungere il seguente.

2. Unite ora anche la farina setacciata sempre lavorando il composto e da ultimo la cioccolata fusa e a temperatura ambiente.

3. Distribuite il composto sulla teglia coperta di carta forno o, come ho fatto io, nella tortiera tonda ben imburrata a infarinata (in questo caso non usate tutto il composto, che risulterebbe troppo, ma lasciatene da parte un paio di cucchiaiate con cui potete preparare un piccolo brownie)

4. In un altro contenitore sbattete il formaggio fresco con  lo zucchero e la vaniglia unendo un uovo alla volta. Lavorate ad alta velocità con le fruste per alcuni minuti, così da rendere il composto gonfio; attenzione però a non lavorarlo troppo e smontarlo. 

5. Distribuite la preparazione dul brownie (sia che usiate la teglia che la tortiera, usatelo tutto, nella versione torta verrà bello alto e motlo buono).

6. Cuocete in forno già caldo a 170 °C per 30-40 minuti o finché il cheese cake non risulterà fermo e dorato ai lati ma ancora chiaro al centro. Lasciate freddare completamente e poi mettetelo in frigo per due ore o tutta la notte.

7. Montate la panna con un cucchiaio di zucchero a velo vanigliato e distribuitela sulla torta con una sac a poche o una spatola. Decorate con i lamponi freschi.

martedì 14 gennaio 2014

STRUCCANTE VISO BIO: ACQUA MICELLARE SO BIO ETIC

Uso le acque micellari per struccarmi il viso da anni e anni. Sono il prodotto perfetto per la mia pelle mista che odia il latte detergente o le creme grasse. Adoro le acque micellari perchè sono fresche, hanno la consistenza dell'acqua, come dice il nome, struccano e idratano allo stesso tempo. 
Premetto che le uso solo per il viso, in quanto non le ritengo idonee per gli occhi che strucco con olii vegetali. Struccare gli occhi con le acque micellari per me vuol dire sfregare a lungo e irritare la zona, preferisco quindi gli olii, grazie ai quali con un solo dischetto e in due minuti, strucco perfettamente ciglia e palpebre, nutreno allo stesso tempo la pelle (se vi interessa seguirà post sull'argomento).
Dopo aver usato molte acque micellari non bio, (da quella di Lancome, a Vichy, a Bioderma ecc ecc), ho deciso di provare quelle naturali, cercando di seguire la linea del bio nella cura della pelle del viso, dalla detersione, alle creme occhi e viso. 
La prima che ho utilizzato, a lungo a dire il vero, è quella di Bjobj (Bjobj Tonico Struccante 2 in 1, 250ml), facile da reperire anche non on line, presso i supermercati Naturasì. Inizialmente mi è piaciuta, ma col tempo ho cominciato a cambiare idea, in quanto, essendo molto delicata, non riusciva a struccarmi perfettamente il viso, e io non uso una gran quantità di fondotinta, anzi. 

Ma veniamo al dunque. 
Mi sto innamorando di questa marca, la So' Bio Etic, che compro dal sito Ecco Verde
Ho provato 3 prodotti: uno shampoo, un bagnodoccia alla vaniglia e questa chicca di struccante:
La Lozione Detergente Micellare all' Aloe vera
Ebbene, mi trovo benissimo. Il formato è molto generoso, sono 500 ml per 9,89 euro. E' quindi molto conveniente rispetto a tutte le altre acque micellari che ho provato, non solo quelle naturali. 
Dura a lungo perchè con due dischetti di cotone imbevuti di lozione il mio viso è ben deterso e pulito. Questo struccante è allo stesso tempo molto delicato ed efficace, mi lascia la pelle pulita, asciutta e però idratata e la uso anche durante il giorno quando mi voglio rinfrescare il viso o se voglio ritoccare il trucco senza passare il pennello sulla pelle magari un po' lucida. 
La profumazione è delicatissima, quasi impercettibile, e la sensazione è di freschezza e pulizia. 
Super promosso quindi; c'è anche la versione alla calendula, che sicuramente proverò, anche se ho già da parte una nuova acqua micellare da provare una volta finita questa... ma ve ne parlerò a tempo debito.